Home » Attualità » Bologna, finanziamenti per le scuole private: la clericalata della settimana

Bologna, finanziamenti per le scuole private: la clericalata della settimana

      

 

La clericalata della settimana è del consiglio comunale di Bologna che ha approvato su proposta della vicesindaca Pillati una delibera che stanzia 970 mila euro l’anno nel periodo 2017-2022 a favore delle scuole private, contro il risultato del referendum comunale sulla scuola pubblica.

 

Contro questo tipo di finanziamenti si era infatti espressa la cittadinanza il 26 maggio 2013, nella consultazione promossa dal Comitato Art. 33 (di cui faceva parte l’Uaar di Bologna).

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

La giunta della Regione Emilia-Romagna ha approvato il “Programma annuale degli interventi di qualificazione delle scuole dell’infanzia”, che assegna 4,1 milioni di euro per 832 scuole paritarie, comunali e private presenti sul territorio.

 

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha stanziato, dopo l’appello lanciato dall’arcivescovo di Catanzaro e l’interessamento della Regione Calabria, un finanziamento di 2,6 milioni di euro per il recupero della cattedrale del capoluogo. Il decreto per la stipula della convenzione ha stanziato già un anticipo di 780 mila euro.

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha inaugurato l’istituzione dell’Osservatorio sulle minoranze religiose nel mondo e sul rispetto della libertà religiosa, ente presieduto da un esponente vaticano e composto soprattutto da attivisti, docenti e politici cattolici.

Il Comune di Scafati (SA) ha emesso un’ordinanza per vietare la vendita e la somministrazione di bevande alcooliche su tutto il territorio, dalle 8 alle 24, pena una multa da 350 euro. Il provvedimento è stato preso per la giornata della festa patronale con processione dedicata alla Madonna delle Vergini.

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha censurato il manifesto pubblicitario della “Roma Cocktail Week” diffuso a giugno sui mezzi pubblici di Roma in quanto l’immagine potrebbe urtare la sensibilità dei cattolici e promuvere l’abuso di alcool. L’immagine raffigura un uomo con colletto bianco da prete e camicia nera che versa un cocktail, con la scritta “Prendete, e bevetene tutti”.

Il Comune di Quarona (VC) ha espresso interessamento per la concessione dell’area di una rotatoria per il posizionamento di una statua dedicata alla beata martire Panacea, proposta dal locale parroco in vista dell’arrivo delle reliquie nel settembre dell’anno prossimo.

(Ogni settimana lUaar pubblica una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche)

Questo articolo è stato pubblicato qui
 
 
26/07/2017