Home » Attualità » Erbacce, favelas, spazzatura. Un video sulla spaventosa situazione

Erbacce, favelas, spazzatura. Un video sulla spaventosa situazione

di Piazza Vittorio

      

 

25 aprile 2017
 
Quando parliamo delle condizioni del verde pubblico i post non hanno un grande seguito di pubblico e di visualizzazioni. Evidentemente i romani, su questo fronte, rispetto ad altri problemi, hanno completamente alzato bandiera bianca. Rassegnazione totale. Nessuno più si aspetta a quanto pare di avere questo servizio: parchi puliti, con servizi, dove poter star tranquilli, dove poter lasciare i bambini liberi. Nessun cittadino più ha aspettative reali nel ricevere questo servizio fondamentale. E' una cosa a nostro modo di vedere tristissima. E molto significativa.

Ieri siamo stati a Piazza Vittorio e abbiamo immortalato con quasi 4 minuti di video la situazione che ovviamente, come accade in questi casi, non rende l'idea nell'essere filmata. Dal film non si sentono gli afrori, gli odori, la tanfa lancinante di feci umane e di urina, il puzzo di polvere e di abbandono.

Ormai il paesaggio "a spighe di grano" che caratterizza tutte le aree verdi romane ha conquistato anche questo che potrebbe e dovrebbe essere un giardino modello. I pochi turisti sono allucinati. La fontana del Rutelli è nascosta dietro ad una coltre di vegetazione e piena di immondizia: come si può ben vedere, le siepi hanno una "ricrescita" ancor più elevata dell'altezza delle siepi stesse. In alcuni punti le erbe infestanti superano, in altezza, gli stessi arbusti. 
 
 
http://www.romafaschifo.com/2017/04/erbacce-favelas-spazzatura-un-video.html

Tantissime persone dormono sulle panchine rendendole infruibili, negli spiazzi verdi tanti cartoni, ognuno è un giaciglio per chi dorme qui la notte perché, dal 1 aprile (e non è uno scherzo purtroppo!) l'area non viene più chiusa la sera visto che il Comune non ha rinnovato l'appalto per questo servizio ne ha bandito un appalto per farlo continuare. L'abbandono più profondo. 

E poi la monnezza, dappertutto, pervasiva. Guardate i cittadini e alcuni turisti come ormai ci sguazzano dentro senza rendersi conto. Stanno seduti su panchine che appoggiano su tonnellate di rumenta senza fare una piega. La totale abitudine allo schifo e al degrado. Se chiami l'Ama ti dice "in questi giorni non lavoriamo, si ricomincia mercoledì". L'unica municipalizzata della nettezza urbana che non solo non lavora nei giorni festivi, ma che perfino fa ponte. 
26/04/2017