Home » Attualità » Liberate i bambini! Stanno meno tempo all’aria aperta dei prigionieri

Liberate i bambini! Stanno meno tempo all’aria aperta dei prigionieri

Liberate i bambini! Stanno meno tempo all’aria aperta dei prigionieri      

 

 

 

 

 

bambino aria aperta

© K Martinko – Bambino che gioca all’aperto ormai raro

I detenuti in una prigione di sicurezza di massimo livello negli Stati Uniti hanno garantite 2 ore di tempo all’aria aperta ogni giorno, mentre 1 bambino su 2 in tutto il mondo spende meno di un’ora all’esterno.

 

I nostri bambini stanno diventando degli zombie dipendenti e ossessionati dalla tecnologia e totalmente alienati dal mondo esterno? Secondo un nuovo studio australiano sembrerebbe di sì.

La maggior parte di noi ricorderà un’infanzia fatta di ore passate all’aperto. Cosa è cambiato nel corso degli anni al punto da far perdere ai nostri bambini ogni connessione con il mondo naturale?

I bambini trascorrono ogni giorno meno tempo fuori rispetto ai prigionieri. La ricerca è stata svolta su 12.000 genitori in 10 paesi, che hanno bambini dai 5 ai 12 anni, ha scoperto che un terzo dei bambini trascorrono meno di 30 minuti al di fuori di ogni giorno.

 

“Purtroppo, è vero,” afferma Hayhurst, responsabile della Persill e finanziatore dello studio. “Nonostante i genitori riconoscano e valorizzino l’importanza del gioco, una serie di fattori quali mancanza di tempo, mancanza di posti sicuri dove giocare ed altre attività programmate, si combinano nel limitare il tempo che i bambini  dedicano al gioco.”

Ai prigionieri di alta sicurezza sono concesse da una a due ore di tempo in esterno, mentre la maggior parte dei nostri bambini non arriva neppure all’ora. Lo studio ha rivelato che quasi un terzo dei bambini del Regno Unito gioca fuori per 30 minuti o meno e uno su cinque non esce del tutto.

Liberate i bambini

Questo è particolarmente grave perché i bambini diventano sempre più sconnessi dalla natura e sviluppano problemi comportamentali e di apprendimento. Infatti diversi studi hanno dimostrato che il gioco all’aperto è di importanza cruciale per lo sviluppo di tratti caratteriali fondamentali quali curiosità, resilienza, immaginazione, indipendenza e audacia. Inoltre le stimolazioni artificiali ad alta velocità sullo schermo del computer, tablet, smartphone o tv sono ad un ritmo innaturale che possono favorire l’insorgenza della sempre più frequente ADHD ovvero deficit di attenzione e iperattività.

 

Il nuovo cortometraggio prodotto dagli autori dello studio rivela quanto sia importante per i detenuti avere il proprio tempo all’aperto su base giornaliera e quanto sono sorpresi di apprendere che i ragazzi diventano ancora meno. I detenuti, che vivono presso l’Istituto Correttore di Wabash Valley, un impianto di sicurezza massimo in Indiana, descrivono giornalmente l’attività all’aria aperta come “probabilmente la parte più importante della mia giornata”. È un’occasione per “prendere tutta la frustrazione e tutti i tuoi problemi e semplicemente lasciarli là fuori. Mantiene a posto la mia mente e forte il mio corpo”.

 

Nel video viene mostrato che quando ai prigionieri è stato detto che i bambini di oggi passano meno ore fuori di quelle concesse a loro, erano tutti scioccati ed hanno reagito con grande sconcerto e tristezza. Per loro, il tempo all’aria aperta significa tutto. Benché ovviamente prigionieri e bambini non siano la stessa cosa, la questione è chiara.

Loading...
 

 

06/06/2017