Home » Diritti e laicità » Riconosciuta un’altra adozione incrociata

Riconosciuta un’altra adozione incrociata

 

 

 

 
 
  • ADOZIONI

ROMA Il tribunale dei minorenni di Roma ha riconosciuto l’adozione “incrociata” dei tre figli a una coppia di mamme, che quindi diventano legalmente madri anche dei figli dell’altra. Lo rendono noto le associazioni Rete Lenford e Famiglie Arcobaleno. È la seconda volta in pochi giorni che il tribunale riconosce “di fatto” una famiglia con due mamme. «È di tutta evidenza - si legge nella sentenza - che i rapporti esistenti tra le ricorrenti e i rispettivi figli sono quelli concretamente e quotidianamente tipici di una sana relazione madre-figli». Tuttavia, per la particolarità della norma sulle adozioni speciali che si applica a questi casi, i figli della coppia per la legge continueranno a non essere fratelli.

"Riconoscere l'adozione piena"

«Il moltiplicarsi di sentenze che riconoscono l’adozione incrociata dei figli dei due partner di una coppia con persone dello stesso sesso mette in luce l’assoluta idoneità di queste coppie a svolgere in pieno il ruolo genitoriale - commenta l’avvocata Maria Grazia Sangalli, di Rete Lenford - è scandaloso che il legislatore si rifiuti di dare una risposta chiara, lasciando che ai figli di queste coppie vengano riconosciuti minori diritti di quelli che godrebbero con una adozione piena».

 http://www.metronews.it/16/03/09/riconosciuta-un%E2%80%99altra-adozione-incrociata.html

13/03/2016