Home » Diritti e laicità » “SCUSATE IL DISTURBO, MA CI STANNO AMMAZZANDO”

“SCUSATE IL DISTURBO, MA CI STANNO AMMAZZANDO”

 - DOPO L’ASSASSINIO DELLA 16ENNE LUCIA PEREZ, STUPRATA E IMPALATA A MAR DELLA PLATA, SCIOPERI E PROTESTE DELLE DONNE IN TUTTA L’AMERICA LATINA 

 
 

Sara Gandolfi per il Corriere della Sera

PROTESTE DONNE AMERICA LATINAPROTESTE DONNE AMERICA LATINA

 

«Scusate il disturbo, ma ci stanno ammazzando». Una scritta fra migliaia di altre, a formare un unico potente grido di dolore e di rabbia che mercoledì ha attraversato l' America Latina. Dall' epicentro di Plaza de Mayo a Buenos Aires sino al cuore di Città del Messico, dal Perù all' Uruguay, dal Cile a San Paolo, fino ai quattromila metri di La Paz in Bolivia, le donne sono idealmente «scese in sciopero», lasciando uffici, scuole, case e sono uscite in piazza, vestite in gran parte di nero, per dire basta alla violenza.

 

È triste che a risvegliare il movimento #NiUnaMenos , nato lo scorso anno, sia stato un nuovo atroce delitto: l' 8 ottobre, la sedicenne Lucia Pérez è stata drogata, stuprata e impalata a Mar de Plata, città argentina. Nel Paese si registra un femminicidio ogni 30 ore. In Centroamerica il bilancio è ancor più tragico.

PROTESTE DONNE AMERICA LATINAPROTESTE DONNE AMERICA LATINA

 

Un subcontinente abituato a farsi guidare da donne - le ex Cristina Kirchner e Dilma Rousseff, l' ancora al potere Michelle Bachelet - torna a fare i conti con il «machismo» più disumano. Il «miercoles negros», come è stata ribattezzata la giornata di protesta, nata in Argentina e propagatasi via social network nei Paesi vicini, ha visto per una volta marciare idealmente fianco a fianco le indigene aymara della Bolivia e la bellissima Antonella Rocuzzo, moglie del goleador Lionel Messi: «Juntas podemos, mujeres!», insieme possiamo, ha assicurato via Instagram.

 

Il fratello di Lucia, con una lettera aperta che ha fatto commuovere l' intera Argentina, ha chiamato però a raccolta anche l' altra metà del cielo, gli uomini. Perché «dobbiamo essere coscienti che questa volta è toccato a mia sorella soffrire una violenza di genere bestiale, ma la prossima può succedere alla persona che più amate a questo mondo», ha scritto Matias Farias.

PROTESTE DONNE AMERICA LATINA ANTONELLA ROCCUZZO INSTAGRAMPROTESTE DONNE AMERICA LATINA ANTONELLA ROCCUZZO INSTAGRAMLUCIA PEREZLUCIA PEREZPROTESTE DONNE AMERICA LATINAPROTESTE DONNE AMERICA LATINAPROTESTE DONNE AMERICA LATINAPROTESTE DONNE AMERICA LATINA18 wags antonella roccuzzo e leo messi18 WAGS ANTONELLA ROCCUZZO E LEO MESSILUCIA PEREZLUCIA PEREZ

 

http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/scusate-disturbo-ma-ci-stanno-ammazzando-dopo-assassinio-134392.htm

22/10/2016